Dalla Seleçao al Vigorito Benevento, ecco Sandro

Blog sportivo

Gli sport / Blog sportivo 184 Views 0

Il Benevento non si arrende, in campo e fuori. Anzi, il presidente Vigorito è attivissimo sul mercato e dopo aver sistemato l'attacco con Bongonda del Trabzonspor (ma di proprietà del Celta Vigo) e Diabaté dell'Osmanlispor (per i quali c'è un emissario in Turchia), adesso si sta concentrando sulla difesa in attesa della sentenza che riguarderà il procedimento per doping che riguarda capitan Lucioni. Arriverà un altro centrale, anche se Billong ha esordito bene contro la Sampdoria. Piace Pisacane, ma è difficile vincere la concorrenza di Sassuolo e Spal per il mastino del Cagliari e quindi si valutano altre piste.

Sandro, 28 anni, ex Antalyaspor. TwitterSandro, 28 anni, ex Antalyaspor. Twitter

Sandro, 28 anni, ex Antalyaspor. Twitter

Sandro, 28 anni, ex Antalyaspor. Twitter

PILASTRO — A centrocampo, invece, l'organico è stato già completato con il mancino Guilherme, per il quale Vigorito ha spiegato che non sussistono problemi di tesseramento, e con l'arrivo di Sandro, la stella della "rivoluzione sannita". Il brasiliano ha sostenuto un surplus di visite mediche perché De Zerbi voleva essere certo dell'integrità fisica del calciatore che sarà chiamato a dare sostanza e fosforo alla sua linea mediana. Sandro, scale back da una esperienza non fortunata con l'Antalyaspor, ha superato brillantemente i check cui è stato sottoposto e da venerdì, salvo sorprese, si metterà a disposizione del suo nuovo allenatore nel ritiro di Acaya in Puglia. "È stato il primo a congratularsi per il successo con il Chievo non appena firmato il contratto, poi allo stadio si è rallegrato per il bis contro la Sampdoria - ha spiegato il presidente Vigorito -. È molto motivato e mi ha confessato di essere rimasto affascinato da quanto ha visto sin qui. Abbiamo una opzione per riscattarlo e farlo diventare un pilastro del Benevento nel prossimo futuro".
ROSSO E GIALLOROSSO — I primi giorni di lavoro con i nuovi compagni saranno ricchi di doppi allenamenti perché Sandro deve recuperare adesso la migliore condizione. Non gioca una gara ufficiale dal 29 ottobre, contro il Bursaspor si fece espellere e in pratica la sua avventura in Turchia è finita lì. Quella italiana, invece, sta per cominciare e sarà tanto difficile quanto affascinante. L'ex Tottenham, 17 gettoni con la maglia della Seleçao, dovrà recitare un ruolo da protagonista e dare una impronta al Benevento, il cui sistema di gioco potrebbe anche variare proprio in relazione al ruolo che Sandro andrà advert occupare. De Zerbi potrebbe schierarlo davanti alla difesa o come interno, dipenderà sia dai compagni di reparto che si alterneranno vicino al brasiliano sia dalla capacità di Sandro di adattarsi ai ritmi del calcio italiano. Di sicuro, Sandro potrà fare valere esperienza, temperamento e centimetri. Caratteristiche finora mancate al Benevento.
INFORTUNATI — Intanto, gli infortunati Lazaar, Iemmello, Cataldi, Ciciretti e Parigini sono già al lavoro a Paduli per proseguire nel loro programma di recupero e da oggi si aggregheranno anche Letizia, Del Pinto, Guilherme e Billong. Solo alcuni di questi calciatori partiranno però per venerdì il ritiro, per questioni fisiche e di mercato. Ciciretti è in parola con il Napoli per luglio, su Letizia c'è l'interesse forte del Cagliari.

 

© riproduzione riservata

Comments